Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

user_mobilelogo

Si presenta in video, la celebrazione del Karthikai Deepem che ogni anno si rinnova da tempi immemorabili nel sacro  suolo di Arunachala. Il Karthikai Deepem ad Arunachala è una festa di dieci giorni che celebra l'apparizione del Dio Shiva come colonna di luce a Tiruvannamalai – la quale si condensò poi nel Linga noto come Colle Arunachala. 300 anni fa, la luce veniva accesa sulla cima del Colle per un solo giorno; nel tempo, mettendo insieme una serie di altre celebrazioni, questo rito si è esteso a dieci giorni per la festività principale. A tutt’oggi sono compresi ben 17 giorni di funzioni;  tre giorni di cerimonie preparatorie all'inizio e quattro giorni di piccole liturgie alla fine:http://www.sriramanamaharshi.org/portfolio/ashram-events/

Il primo giorno, dei 10 che compongono la festa principale, inizia con l'alzabandiera, e il decimo termina con l’accensione della luce sul Colle, nel tramonto.

I tre giorni preliminari – La divinità della Madre Durga è portata in processione dal Tempio di Durga, situato nella parte Sud di Arunachala intorno al Tempio di Sri Arunachalaeswarar. Picari, la divinità protettrice, è portata per mano intorno al Tempio.

Il giorno prima della festa: Nel Tempio si celebra la Vastu Puja in cui si richiede la benedizione di Dio per la festività. Il prete anziano riceve il braccialetto consacrato. Il Signore Vinayaka accompagnato da Chandikeswara sono portati per mano intorno al Tempio

Il primo giorno: Viene innalzata la bandiera nel Tempio. La processione del mattino. La processione della sera.

Il secondo giorno: La processione del mattino. La processione della sera

Terzo giorno: La processione del mattino. Le cinque divinità nel Mantapam Kalyana. La celebrazione serale e il maha aarti. Le divinità sono trasportate intorno alla via interna – Raksha serale. Processione nella notte.

Quarto giorno: Canti vedici nel tempio. Processione al mattino. Folla nel tempio di notte. Vengono fatte salire le Divinità sulle loro carrozze. La processione notturna.

Quinto giorno: Chandrasekarar viene ornato di gioielli. Kalasa puja ai grandi carri. La processione del mattino. I danzatori del villaggio nel Tempio. La processione notturna.

Sesto giorno: I bambini trasportano i 63 Santi intorno al tempio. La processione nel mattino. La processione nella notte.

Settimo giorno: I genitori chiedono le benedizioni di Arunachala per i loro bambini. I grandi carri vengono tirati intorno al Tempio.

Ottavo giorno: Tripura Dahana -Invocazione a Shiva. Processione del mattino. Il Signore va intorno al tempio vestito da mendicante. Processione nella notte.

Nono giorno: Processione nel mattino. Processione nella notte.

Decimo giorno: La folla gira intorno ad Arunachala. La fiera del bestiame. La Bharani Deepam nel Tempio – La cerimonia con cui si inaugura la Deepam. La Deepam è accesa sul colle di Arunachala. Processione notturna.

Undicesimo giorno: Chandrashekar è trasportato da una chiatta intorno alla tirtham Ayyaunkalum.

Dodicesimo giorno: Le divinità sono trasportate intorno ad Arunachala. Parashakti è trasportata con una chiatta intorno alla tirtham Ayyaunkalum.

Tredicesimo giorno: Subramania è trasportato da una chiatta intorno alla tirtham Ayyaunkalum.

Quattordicesimo giorno: Chiusura della cerimonia – Chandikeshwara viene portato su di un toro d’argento intorno al tempio di Arunachaleswara.

Altre cerimonie che si onorano sono la Mahakumbhaabhisheka: 

http://www.sriramanamaharshi.org/portfolio-item/maha-kumbhabkshekam-2013/

Mahakumbhaabhishekam significa la cerimonia del  versamento dell’ acqua sacra nel grande contenitore. Tale abhishekam o rituale del versamento dell’ acqua risale a centinaia di anni fa, al tempo post-vedico, quando furono formalizzati  i rituali nel tempio. Durante il periodo vedico,  si celebravano le funzioni, per invocare e propiziarsi  le divinità,  a cielo aperto. Dopo questo periodo,  furono costruiti templi a  divinità diverse; si invoca la divina energia con offerte rituali, homas, che consistono nel  versare del burro chiarificato in kumbhas -   vasi di ottone o di fango contenenti  l'acqua dei fiumi sacri di Bharatavarsha - e il canto dei mantra tratti dalla Samhita.

La cerimonia alla Sri Vidya. Sri Vidya è la conoscenza e l’adorazione della Madre Divina Sri Devi:

http://www.sriramanamaharshi.org/portfolio-item/sri-vidya-havan-2013/