Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

user_mobilelogo

Biografia del Saggio di Arunachala 

Introduzione (Tratta dall'Introduzione del libro) .

Sono lieto di scrivere questa breve prefazione al libro di Osborne sulla vita e l'insegnamento di Sri Ramana Maharshi.

Esso è molto importante per la nostra era dominata da uno spirito di scetticismo ansioso e riluttante.

Nel libro ci viene presentata una religione spirituale che permette di liberarci da dogmi e superstizioni, rituali e cerimonie, e vivere come spiriti liberi. L'essenza di ogni religione è un'esperienza personale interiore, una relazione individuale con il Divino. Non è tanto un'adorazione quanto una ricerca. E' un modo di divenire, di liberarsi.

Il famoso aforisma greco "Conosci te stesso" è simile al precetto delle Upanishad atmanam viddhi, "Conosci il Sé". Con un processo d'astrazione andiamo oltre il corpo, la mente e l'intelletto e raggiungiamo il Sé Universale, "la vera luce che illumina ogni uomo che viene al mondo". "Per giungere al Bene, dobbiamo ascendere allo stato supremo e, fissandovi lo sguardo, mettere da parte gli abiti che indossavamo quando siamo discesi quaggiù; proprio come nei Misteri coloro che sono ammessi ad entrare nelle parti più sacre dei santuarii, dopo essersi purificati, si tolgono ogni abito e avanzano completamente nudi". (Plotino: Enneadi, I, VI, 6). 

Sprofondiamo nell'Essere incommensurabile senza limiti: il puro Essere in cui una cosa non s'oppone all'altra. Non c'è essere al quale il soggetto si opponga. Egli s'identifica con tutte le cose e gli eventi che accadono. La realtà riempie il sé che non è più ostacolato da preferenze o avversioni, simpatie o antipatie, che non possono più agire come mezzi di distorsione.

Un bambino è molto più vicino alla visione del Sé. Noi dobbiamo diventare come bambini prima di poter entrare nel regno della verità. Per questo ci viene chiesto di mettere da parte l'artificiosità dell'intellettuale. Si insiste sulla necessità di nascere di nuovo. Si dice che la saggezza dei bambini sia più grande di quella degli studiosi.

Sri Ramana Maharshi ci indica una religione basata sulle sacre scritture indiane che è essenzialmente spirituale, senza cessare di essere razionale ed etica.


Sarvepalli Radakrishnan

Indice del Libro .

Prefazione

Premessa


1. I Primi Anni

2. Il Risveglio

3. Il Viaggio

4. Tapas Apparente

5. Il Problema del Ritorno

6. Arunachala

7. La Non Resistenza

8. La Madre

9. Advaita

10. Alcuni dei Primi Devoti

11. Gli Animali

12. Sri Ramanashram

13. Vita con Sri Bhagavan

14. Upadesha

15. I Devoti

16. Le Opere Scritte

17. Mahasamadhi

18. Presenza Continua

Un commento sul libro

L'intera vita del Saggio di Arunachala viene narrata in questo bel libro. L'autore che ebbe modo di conoscere Ramana, narra con delicatezza e ampi particolari la vita dello scolaro Venkataraman, la prima esperienza del Sé, l'allontanamento da casa, il primo arrivo a Tiruvannamalai e i primi devoti e discepoli sia Indiani che occidentali. Vengono riportati nel testo anche alcuni dialoghi per come narrati dai discepoli. E' un libro decisamente interessante.

di Arthur Osborne - Edizioni "Vidyananda"