Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

user_mobilelogo

 

 “La Via della Montagna” che lo Sri Ramanasramam di Tiruvannamalai sta pubblicando, merita di essere un grande successo, dal momento che il giornale, trimestrale, mira a esporre e preservare l’alto livello spirituale ed intellettuale dell’insegnamento di Bhagavan Sri Ramana Maharshi.

E’ evidente che la “Montagna” del titolo è “Arunachala” e la “Via” è la Via di Sri Ramana, ovvero il sentiero della ricerca del Sé.

 

{youtube}QiWbwhfbekw{/youtube}

 

 

La Montagna Arunachala è l’Achala Tattwa, comunemente conosciuto come nischala tattwa, sopra cui, come su uno schermo, scorre l’intero panorama della manifestazione. Osservando l’immagine dimentichiamo lo schermo e colui che vede è nell’illusione. Con la realizzazione che esiste soltanto lo schermo, si svela la Pace dell’Essere, scaturita dalla comprensione della verità.

Questa è la sola realizzazione del nischala tattwa, sempre presente, Presenza oscurata dalla avidya (ignoranza). Questa avidya, il nodo fra chit e achit, taglia in pezzi la smruthi (memoria dell’altissimo), anche conosciuta come druva smruthi. Questa smruthi (rimembranza) è l’Arunachalasmruthi che trasformò il ragazzo Venkataram, in  Bhagavan Sri Ramana Maharshi che bene dì noi tutti, con la sua benigna Presenza, per 50 anni su Tiruvannamalai.

Nella sua pura, Trascendentale Esistenza egli ci impartì l’importanza del ninja mouna bhava del Signore Dakshinamurti.
Egli fu un vivente commentario della Verità Upanishadica e, con la sua plenaria esperienza, attirò a lui l’elite di tutte le religioni e credi per confermare loro che la realizzazione di Quello, come esso è, è l’adempimento di tutte le religioni e filosofie.

“La Via della Montagna” ci aiuterà in questo druva smruthi, perpetuo ricordo dell’altissima Verità. Ho fiducia che nel corso del tempo diventerà un mensile.

La direzione dello Sri Ramanasramam merita le nostre congratulazioni per voler pubblicare questo giornale, come mezzo per adempiere alla Volontà del Maharshi di fare dello Sri Ramanasramam un centro da cui irradiare la Luce del suo insegnamento e anche per la scelta dell' Editore: Mr. Arthur Osborne, che realmente conosceva il Maharshi e il suo insegnamento e che, in aggiunta, ha una ottima esperienza nel campo del giornalismo.

M. Bhaktavatsalam - Primo ministro di Madras
Tratto da La Via della Montagna-Vol. 1 Gennaio 1964 – N. 1