Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Libri

Bibliografia su Sri Ramana Maharshi disponibile in Italiano. All'inizio i testi curati dall'Associazione Italiana Ramana Maharshi.

Advaita Bodha Dipika - Karapatra Swami, Bodhananda

Il Vedanta Advaita di Ramana Maharshi nel libro che consigliava ai devoti.

 

Advaita Bodha Dipika, “Lampo di Conoscenza non duale”, è un’opera attribuita al Saggio Karapatra Svami, propone una sintesi della dottrina Advaita di Sri Shankara che espone richiamandosi a diversi testi della tradizione indù, dallo Yoga Vasistha, al Ramayana, al Brahmasutra, alla Bhagavadgıta. L’opera espone la risoluzione del continuo divenire attraverso l'insegnamento Vedanta poi proposto da Sri Ramana che raccomandava questo libro ai suoi discepoli.

Indice del libro

Presentazione di Raphael

Introduzione di Bodhananda

Introduzione dell'autore

Advaita Bodha Dipika di Karapatra Swami

Advaita Bodha Dipika Kilakanda di Bodhananda

Glossario

Indice

Un commento sul libro

Sri Ramana non ha mai sistemizzato il suo insegnamento a parte brevi poemetti. Però ha curato e seguito la traduzione e la pubblicazione di alcune opere come il Vivekacudamani attribuito a Shankara e quest'opera che riassume in poche pagine l'intero insegnamento Advaita del Vedanta, prendendo citazioni dai suoi testi più rilevanti. Alla luce di quest'opera vediamo come l'intero insegnamento del Maestro, raccolto nei dialoghi, trova una sua collocazione sistematica e ordinata che permette di riconoscere come non si trattasse di espressioni o risposte estemporanee, ma Lui di come ne avesse una chiara contezza. L'insegnamento del Maharshi va a coincidere con quello di Shankara, diversi sono i tempi, ma l'essenza è la medesima. La differenza è che mentre di Shankara abbiamo solo i sutra, di Ramana abbiamo migliaia di pagine di testimonianze vive, che ci raccontano non solo le parole ma anche di quando, come e perché quelle parole sono state dette. Questo testo è una sintesi del suo insegnamento.

L'opera è completata con quattro capitoli a sostituzione di quelli mancanti, mai trovati. I quattro capitoli sono offerti come traccia per lasciare una idea di cosa avrebbero potuto trattare.

Acquista il libro

Il Vangelo di Ramana Maharshi - Bodhananda

Gli insegnamenti di Ramana Maharshi
con commento di Bodhananda - Edizioni "Il Pitagorici"
Acquista il libro
Introduzione

Questo è il primo libro che ha misurato il nostro cimentarci, come Associazione Ramana Maharshi, con una sadhana pratica di servizio. Studiando infatti la vita di Sri Ramana e dei sadhu che gli si raccolsero intorno negli oltre 50 anni di sua permanenza ai piedi di Arunachala, ci siamo accorti come le pratiche meditative, i dialoghi, i discorsi e ogni altra azione portata avanti dai discepoli e dallo stesso Sri Ramana erano sempre accompagnati da azioni di servizio al Maestro e agli altri membri di quello che poi divenne il Ramanasramam.

Per noi è stato importante comprendere questo aspetto dell'insegnamento: "Non c'è istruzione senza servizio", molto vicino a quel "Chi non lavora non mangia" dei nostri nonni. In Occidente, si è diffusa sull'onda beat che la pratica spirituale e di autoconoscenza fosse priva di fatica, magari al prezzo di un paio di pillole o similari. Comprendere che il vero insegnamento è senza prezzo, non significa che esso sia gratuito, significa solo che neanche tutto l'oro del mondo potrebbe comprarlo e chi lo espone, non possedendolo, non lo mercificherà, ma lo esporrà a sua volta come servizio. Ma questo non significa che chi lo riceve, non sia tenuto a sua volta a offrire il proprio servizio. 

Questo libro e il servizio svolto affinché potesse essere pubblicato non viene certo pagato dal suo prezzo di copertina, il nostro è un solo il minimo che possiamo fare come gratitudine verso coloro che ci hanno preceduto, e che hanno permesso che l'insegnamento di  Sri Ramana Maharshi ci sia arrivato integro, insieme a così tanti fatti della sua vita, accuratamente registrati dai suoi devoti biografi. 

Siamo grati a Raphael che ha gentilmente scritto la Presentazione del libro, impreziosendo così il nostro servizio, e siamo grati a Bodhananda che ha scritto alcune note di commento al testo di Sri Ramana.

Riteniamo che questo libro sia una vera e propria sintesi dell'insegnamento non duale del Maharshi e che la sua meditazione sia di grande aiuto per quegli aspiranti che vogliano confrontarsi con le elevate mete dell'Advaita Vedanta.

Indice del Libro

Associazione Italiana Ramana Maharshi
Introduzione all'Edizione Inglese
Introduzione all'Edizione Italiana
Prefazione

1. Lavoro e rinuncia
2. Silenzio e solitudine
3. Il controllo della mente
4. Bhakti e Jnana
5. Il Sé e l'individualità
6. L'Autorealizzazione
7. Il Maestro e la sua grazia
8. Pace e felicità
9. L'Autoindagine
10. Sadhana e grazia
11. Il Filosofo e il Mondo
12. Il Cuore è il Sé
13. Il posto del Cuore
14. Aham e Ahamvritti

Appendice
Note - Bibliografia - Glossario - Sommario.

Un commento sul libro

Il libro attenziona l'aspetto pratico dell'insegnamento del Maharshi, sempre in forma dialogica, vengono esposti i principi della sadhana interiore dell'auto-conoscenza basata sul "Chi sono io?" con tutte le possibili variabili conseguenti a questo tipo di pratica. Il filosofo-jnani espone all'aspirante filosofo gli aspetti dell'individualità e le modalità in uso per trascenderla e cogliere come unità il Principio supremo.

Acquista il libro

Ramana Maharshi Ricordi Vol. 1 - Devaraja Mudialiar, Sadhu Arunachala, Bodhananda

Gli insegnamenti e la vita di Sri Ramana Maharshi
a cura di Bodhananda - Edizioni I Pitagorici

Introduzione

"L’insegnamento di Sri Ramana indirizza l’individuo alla Realizzazione del Sé, attraverso l’indagine sul senso dell’Io. Essendo, in ultima analisi, il mondo fenomenico una percezione che avviene attraverso un io non definibile, Ramana indirizza il ricercatore verso questo “io” (jiva), invitando a scoprire cosa in realtà esso sia.

Egli afferma, come la tradizione Non-duale, che dietro questo “io” si cela il Sé, o Essere, o pura Realtà (atman), e che questa pura Realtà è identicamente assoluta (Brahman). Questa posizione, pienamente corrispondente alla tradizione delle Upanishad, continua ad attrarre parecchi occidentali ad Arunacala, la sacra collina ove è sorto il suo romitaggio.

Questi libri introducono un aspetto che l’occidentale di solito ignora, abituato com’è a vedere Sri Ramana come un filosofo metafisico: la sua figura vista attraverso gli occhi dei devoti. In Occidente, tendiamo a classificare in più cammini il percorso tradizionale esposto dalle filosofie vediche; di questi, quello che più attrae i ricercatori occidentali è la via della pura conoscenza, tralasciando talvolta con sottile ironia se non disprezzo, la via devozionale perché troppo vicina e simile alla religione". (Tratto dalla Introduzione del libro)

Indice del libro

Presentazione

Introduzione

I miei ricordi di Bhagavan Ramana di Devaraja Mudialar

I ricordi di un Sadhu su Ramana Maharshi di Sadhu Arunachala

Echammal di Bodhananda

Un commento sul libro

Il libro inaugura una serie di volumi delle Edizioni I Pitagorici dedicati ai ricordi che del Maharshi ci hanno lasciato i suoi devoti e discepoli. Riteniamo questi volumi fondamentali per avere una visione integrale dell'insegnamento di Sri Ramana, poiché ci mostrano la quotidianità e la normalità della sua vita.

Nei libri che riportano strettamente il suo insegnamento, l'indagine sull'io può lasciare basiti coloro che pur attratti dalla figura non sono interessati alla lunga serie di domande che ponevano certi devoti. D'altra parte coloro che si raccolsero ai suoi piedi non spendevano l'intera giornata ponendogli domande, queste erano poste piuttosto da visitatori sporadici o estemporanei che arrivavano seguendo una propria idea di cammino e cercavano di farsela confermare dal saggio di Arunachala.

Chi gli viveva accanto poteva coglierne la vera natura a prescindere delle proiezioni più fantasiose; certo difficile immaginare Sri Ramana che canta i bajan o si commuove innanzi ad inno devozionale o si comporta come un folle di Dio...

Acquista il libro su Amazon

Ramana Maharshi Ricordi Vol. 2 - G.V. Subbaramayya

Gli insegnamenti e la vita di Sri Ramana Maharshi
a cura di Bodhananda - Edizioni I Pitagorici

Introduzione

Ricordi racchiude, in più volumi, le rimembranze di quegli aspiranti che, a vario titolo, vissero stabilmente o a tratti, accanto al Saggio di Arunacala: l’inguaribilmente insicuro ed emotivo, abile cronista a riportare finanche l’inezia; l’ex militare preciso e determinato attento alla non dualità; l’attendente con i ricordi più intimi; il letterato, accademico, poeta e mentore. Tutti ci restituiscono una diversa visione. Ogni Ramana avrà dei tratti comuni con il Ramana altrui ed in certi momenti solo il luogo, i tempi e qualche circostanza ci ricondurranno alla medesima persona. Ogni autore ci mostrerà uno scorcio, una punteggiatura del suo Ramana e starà al singolo lettore la scelta di aprire, anche solo per un momento, il Cuore, affinché la mente possa trarre un’immagine, una parola da approfondire nella contemplazione. In questo caso vediamo nascere alcune dei libri e vediamo l'autore in un approccio ben diverso dagli altri aspiranti.

(Tratto dalla Introduzione del libro)

Indice del libro

Introduzione

Presentazione dell'autore

I miei ricordi di Bhagavan Ramana di Devaraja Mudialar

Ricordi su Ramana Maharshi di G.V. Subbaramayya

Glossario

Indice

Un commento sul libro

Questo libro è il secondo di una serie di volumi delle Edizioni I Pitagorici dedicati ai ricordi che del Maharshi ci hanno lasciato i suoi devoti e discepoli. Riteniamo questi volumi fondamentali per avere una visione integrale dell'insegnamento di Sri Ramana, poiché ci mostrano la quotidianità e la normalità della sua vita.

Nei libri che riportano strettamente il suo insegnamento, l'indagine sull'io può lasciare basiti coloro che pur attratti dalla figura non sono interessati alla lunga serie di domande che ponevano certi devoti. D'altra parte coloro che si raccolsero ai suoi piedi non spendevano l'intera giornata ponendogli domande, queste erano poste piuttosto da visitatori sporadici o estemporanei che arrivavano seguendo una propria idea di cammino e cercavano di farsela confermare dal saggio di Arunachala.

Chi gli viveva accanto poteva coglierne la vera natura a prescindere delle proiezioni più fantasiose; certo difficile immaginare Sri Ramana che canta i bajan o si commuove innanzi ad inno devozionale o si comporta come un folle di Dio...

Ma l'insegnamento del Maharshi andava ben oltre il dialogo, il suo silenzio sapeva imbibire ogni azione intorno a lui e in più offriva una sadhana a 360°, la via devozionale con i canti e lo studio delle vite e degli scritti dei santi tamil, la via dell'azione attraverso il servizio (un maestro intento a mondare le verdure per il pasto dei seguaci?) e la cura delle pubblicazioni, a qualcuno anche qualche istruzione sullo yoga... Il Ramana che esce fuori dai Ricordi è un altro Ramana rispetto al saggio della montagna, appare più umano, più comprensibile...

Ramana Maharshi Ricordi II - Amazon

Ramana Maharshi Ricordi Vol. 3 - Kunjuswami

Gli insegnamenti e la vita di Sri Ramana Maharshi
a cura di Bodhananda - Edizioni I Pitagorici

Introduzione

I ricordi di un attendente, qualcuno che per anni si è accompagnato al Maharshi, qualcuno cui nulla è rimasto celato, nulla poteva essere nascosto. Questo Ricordi narra la vita di un sadhu, un sadhu che gli è stato accanto per oltre vent'anni sino alla morte. Arrivato ragazzo, scrive questi ricordi oramai adulto, e prossimo a lasciare il corpo, su stimolo degli altri membri dello Sri Ramanasramam.

Indice del libro

Introduzione all'edizione italiana

Nota dell'editore indiano

Prefazione

Nota dell'autore

Ricordi di Ramana Maharshi di Kunjuswami

Glossario

Indice

Un commento sul libro

Forse è il più bello della serie Ricordi, perché l'autore non è un visitatore, un intellettuale, uno studioso, una persona di cultura, non un magistrato, non un letterato, non un occidentale. È un sadhu, una persona semplice che gli fa da attendente e che, accanto al saggio della montagna, svolge un doppio percorso, interiore e di servizio. Il libro ci descrive il Maharshi, alcuni visitatori e le persone che gli sono state vicine per tanti anni, insieme ad alcuni aneddoti. È il libro che più ha un sapore di ashram, di India. L'insegnamento del Maharshi fluisce lentamente, nel suo solito silenzio, senza gesta o parole roboanti. Kunjuswami ci presenta il Ramana che avremmo voluto conoscere, quello più normale, il più vicino, il più autentico. La sua vita diviene così il suo insegnamento diretto,  esempio da ascoltare e seguire.

Acquista il libro su Amazon