Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

user_mobilelogo

Cronaca

 

Vellore, 6 Dic.

Il Ramanasram di Tiruvannamalai ha smentito qualsiasi coinvolgimento nell’azione dell’ Archaeological Survey of India (ASI) di dichiarare il tempio di Arunachaleswara in Tiruvannamalai un “monumento d’importanza nazionale”. 

Rispondendo alle asserzioni fatte in alcuni circoli politici che il Ramanasram fu strumentale  nell’influenzare l’Associazione del Ministro della Cultura e Turismo, Jagmohan, a indurre l’ASI a dichiarare il tempio un monumento nazionale, durante la sua visita al Ramanasram, nel dicembre scorso.

La Corte ritira un ordine sul tempio di Tiruvannamalai

NEW DELHI: Lunedì scorso la Corte Suprema ha annullato una sentenza dell’alta corte di Madras  che stabiliva uno 'schema' per fornire ai devoti che visitano il tempio di Arunachaleswara a Tiruvannamalai i mezzi per svolgere la 'Girivalam' e per la sua manutenzione.

Sotto questo schema, erano stati ordinati tre comitati con il potere di regolare la libera 'giri pradhakshinam’, oltre ad imporre tasse e incassare delle quote durante i giorni del festival, cioè nei giorni di ‘luna piena’ e nelle altre occasioni in cui i devoti svolgono  il 'Girivalam.'