Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

user_mobilelogo

Lo scopo di queste pagine è quello di aiutare con dei consigli i visitatori, in modo particolare gli occidentali, che si recano ad Arunachala o in India per la prima volta. Esse contengono dei suggerimenti pratici e alcuni fatti non piacevoli. In primo luogo, non incoraggerò mai abbastanza le persone a venire a Tiruvannamalai per un genuino pellegrinaggio spirituale - sarà il viaggio più importante della vostra vita.

 Quando si viene qui per la prima volta si subisce senza dubbio uno shock culturale, uno scontro di culture che a volte sfocia in un conflitto interiore ed esteriore in quanto, la mente occidentale è incline a vedere le cose in bianco e nero, mentre la mente indiana è più disposta ad un continuo compromesso in modo totalmente intransigente ed è in queste differenze che, per molte persone, sorge la difficoltà di rapportarsi.

Il segreto della sopravvivenza, qui, è di transigere su tutto, tranne che per la vostra salute e la vostra sadhana. Non portate con voi i vostri valori occidentali aspettandovi che la gente del posto cambi con il vostro modo di pensare, questo non accadrà, ricordatevi che questo è il loro paese e in esso voi siete gli ospiti, loro devono vivere qui tutto il tempo, mentre voi  ritornerete a casa. Il motivo che vi spinge in questo luogo dovrebbe essere quello del progresso spirituale, concentratevi sulla meta e avanzerete.

Il lato buono di  Tiruvannamalai.

Arunachala è un posto meraviglioso, pieno di potente forza spirituale, in grado di sollevare qualsiasi aspirante sincero ai vertici della realizzazione spirituale. E’ un fatto che tutti coloro che vengono qui sono significativamente influenzati dalla vicinanza di questa montagna sacra, e che la leggenda afferma sia il Signore stesso, Siva.

Il Signore Shiva ha detto:

“ Anche se di fuoco, la mia assenza-di-luminosità nella manifestazione di una collina, in questo luogo, è un atto di grazia per il sostentamento del mondo, dimoro qui anche come Siddha, dentro di me ci sono molte grotte maestose, piene di ogni sorta di godimenti. Sappiate questo.

“L’azione lega, naturalmente, il mondo intero, il solo rifugio (dalla schiavitù) è questa gloriosa Arunachala; soltanto a vederla mi fondo nell’Uno senza secondo”.

“Ciò che non si può raggiungere, senza grandi dolori – la vera importanza del Vedanta (cioè la realizzazione del Sé) –  può essere ottenuto da chiunque guardi (questo colle), sia visivamente o persino, pensarlo mentalmente da lontano.”

“Io, il Signore, dispongo che coloro che risiedono in un raggio di tre yojanas (30 miglia) da questo luogo (Arunachala) otterranno l’unione (con il Supremo) il quale rimuove la schiavitù anche in assenza d’iniziazione, ecc”

“Questa è sempre la dimora dei pii devoti. Coloro che qui faranno del male agli altri, saranno distrutti dopo aver sofferto per malattie, le persone malvagie saranno in un batter d’occhio private dei loro poteri (di nuocere). Non cadere nel bruciante fuoco dell’ira del Signore Arunachala che ha assunto la forma di un colle di fuoco.”

Da: Sri Arunachala Mahatmyam

Arunachala può essere anche un luogo molto difficile per i devoti, perché qui virtù e vizi che giacciono all’interno di ognuno vengono in superficie e si mostrano all’attenzione esterna; coloro che mancano di autocontrollo e di discriminazione ne sono spesso sopraffatti. Molti comprendono l’errore e ne pongono fine, mentre altri, affondando sempre più in basso, perdono di vista il vero scopo del viaggio, così che alla fine saranno costretti ad andarsene.

Tuttavia i devoti sinceri scopriranno che il sostegno e la forza viene dall’interno di ognuno e ciò consentirà loro di affrontare e di esaminare i “fastidiosi problemi” – questo è il beneficio di essere qui.

Coloro che sono affetti da instabilità mentale, prima di venire qui, sono spesso influenzati severamente dalla montagna e si permettono follie di tutti i generi, per lo più innocue, ma a volte con una conseguente tragedia; tuttavia la maggior parte dei visitatori  sinceri sperimenta un profondo cambiamento spirituale e la loro vita non sarà più la stessa.

Lo scopo del viaggio ad Arunachala dovrebbe essere quello di purificarsi interiormente.

 

Problemi che possono verificarsi

Quello che segue è il lato spiacevole di Tiruvannamalai.

L’ambiente – Tiruvannamalai è un posto molto sporco, fogne a cielo aperto sono ovunque (ora si sta lavorando per fornire servizi di metropolitana, ma per questo ci vorrà molto tempo) e la popolazione sta esplodendo. Il rumore e l’inquinamento da traffico è travolgente, la cacofonia è ridotta solo a due o tre ore al giorno.

La maggior parte degli autisti sembra essere in un permanente stato di rabbia e si dovrà fare molta attenzione quando si cammina o si attraversa una strada. Bambini e adulti immaturi girano su potenti moto e veicoli a due ruote a tutta velocità lungo le piccole strade, molti guidano con una mano perché parlano al cellulare o parlano forte agli amici che guidano accanto a loro, in tutto questo caos non si riesce a contare nemmeno il numero degli incidenti su due ruote.

L’aumento di popolarità per Arunachala e Bhagavan Sri Ramana Maharshi ha determinato un rapido aumento del prezzo richiesto per la terra; la crescita del prezzo ha ormai raggiunto livelli ridicoli, sommato alle truffe svolte su vasta scala da auto-designati mediatori e agenti del territorio – la maggior parte di essi si rivolgono agli stranieri che non sanno nulla delle legge indiana. 

Falsi asram ed istituzioni benefiche, che generalmente hanno successo, sono state create per spogliare gli ingenui stranieri del loro denaro e le strade si sono riempite di mendicanti alcuni di loro molto aggressivi.

Se siete stati defraudati dei vostri soldi non otterrete assolutamente nulla chiedendo aiuto, vi è un atteggiamento generale verso coloro che sono stati truffati, ed è: se lo meritano.

Acquisto immobili

Molte persone vengono qui con l’intenzione di acquistare proprietà.

Ciò che segue è una nota di avvertimento: non è stata pensata per impedire a chiunque di acquistare proprietà ma per rendervi consapevoli di ciò che incontrerete e darvi un abbozzo di legge dell’ India in materia di acquisto di immobili da parte di cittadini stranieri.

La regola fondamentale è  di seguire qui lo stesso processo giuridico che seguireste nel vostro paese acquistando una proprietà.

Sei anni fa il prezzo medio dei terreni era tra Rs. 30, 000 e Rs. 200, 000 (due lakhs) per ettaro anche sulla strada della pradakshina, ma la popolarità di Tiruvannamalai ha fatto lievitare il mercato immobiliare enormemente. Questi auto-nominati agenti - che dovrebbero prendere solo il 2% di commissione si sono uniti come pseudo-proprietari, sfruttando enormi profitti sia come venditori che compratori. Gli stranieri e gli NRI (Indiani non residenti) sono gli obiettivi principali e sono quotati 5-10 volte il prezzo 'indiano' perché considerati stupidi e milionari, che meritano quindi di essere truffati. Vi sto dicendo che qui, l'inganno fa parte della cultura, così da non essere sorpresi da ciò che incontrerete.
Il primo approccio per catturare ogni nuovo arrivo, - praticamente chiunque viene assalito fin dal primo minuto con offerte di terreno – sarà la ben recitata disperazione dei locali bagarini-proprietari e dei bagarini-carità: ciò dovrebbe farvi scattare il campanello di allarme.

Il consiglio che segue è per aiutarvi; non ho alcun motivo né un agenda nascosta per darvelo, ma sono stato testimone della tortura e del tormento di tanti a causa di questo problema.
Oggi il prezzo richiesto per la terra sulla strada della pradakshina, è tra 50 lakhs e 1 crore per acro - $ 120.000 - $ 250.000 US. E lo stesso prezzo si sta avvicinando velocemente entro un raggio di 3 chilometri dalla Montagna. Il reddito medio per la maggior parte degli abitanti è inferiore a Rs. 24, 000 ($ 600) all'anno, e sono molti quelli con meno di Rs. 12, 000 ($ 300) .... 1 lakh = 100.000 rupie, 1 crore = 100 lakhs (dieci milioni di rupie).

Tiruvannamalai sta diventando rapidamente un luogo dove solo i ricchi possono permettersi di vivere o di soggiornare. E' una tragedia di proporzioni immense per la maggior parte dei devoti che sono molto poveri e sia loro che la gente del posto stanno scoprendo che i prezzi sono aumentati e gli affitti sono molto al di là delle loro possibilità. L’asramam può solo fornire un piccolo alloggio e a breve termine.

Se avete intenzione di acquistare una proprietà dovete obbedire alle leggi dell’India, la legge Indiana è molto chiara circa l'acquisto di terreni da parte di stranieri. Gli stranieri di origine non-indiana possono acquistare terreni edificabili solo se hanno il permesso della RBI (Riserve Bank of India) e sono residenti in India essere in possesso di un "autorizzazione di residenza “ rilasciata dal dipartimento di registrazione degli stranieri presso il quartier generale della polizia a Tiruvannamalai, o altrove e sottoposti alle seguenti regole:

Una persona residente in India, significa una persona che risiede in India da più di 182 giorni nel corso che precede l’ anno finanziario (aprile-marzo) e che è venuta o per iniziare un lavoro, continuare precedenti affari, esercitare una professione o per qualsiasi altro scopo, la persona deve attestare la sua intenzione di rimanere in India per un certo periodo; in altre parole essere trattati da “persona residente in India” come stabilisce la FEMA (Foreign Exchange Management Act) l’individuo non deve solo assicurare la condizione del periodo di soggiorno ma, deve anche rispettare la clausola dello scopo / intenzione di soggiorno.

In caso di dubbio, se una persona è da considerarsi residente o meno, essa deve dimostrare il suo status residenziale come per legge; ad esempio l’RBI non fornisce un certificato di status, generalmente questo status è applicabile alla maggior parte di noi.

Ma nel caso di imprenditori o persone a carico dei non residenti che viaggiano regolarmente, di studenti che studiano all'estero, di indiani che hanno acquisito la cittadinanza straniera ma sono venuti in India per lavorare su deputazione, ecc. ci può essere spazio per l'interpretazione. Si consiglia di consultare gli esperti prima di entrare in transazioni.

D'altra parte, un cittadino straniero di origine non indiana, residente fuori dall'India (ad esempio, il signor George Bush) non può acquisire beni immobili in India. Inoltre la proprietà non può essere acquistata insieme, in nome di una persona idonea (avente i requisiti) con una persona non adatta anche come secondo nome. Ciò significa che un NRI (Indiano non residente) o PIO (persona di origine Indiana) non può comprare una proprietà in comune con uno straniero.

Tuttavia, un cittadino straniero residente in India non ha bisogno dell'approvazione della RBI per l'acquisto di qualsiasi bene immobile in India. Questo perché una volta che è residente in India, ottiene i diritti come tutti gli altri residenti. Questa libertà , naturalmente, non è concessa  ai cittadini del Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka, Afghanistan, Cina, Iran, Nepal e Bhutan. Pertanto, se vi propongono di vendere la vostra proprietà ad uno "straniero" perché il prezzo è allettante, meglio verificare il suo status residenziale!

Queste "persone non ineleggibili" (ad esempio i cittadini stranieri di origine non indiana e anche i cittadini di alcuni paesi di cui sopra) possono procurarsi un alloggio residenziale (non commerciale) in locazione, non superiore a cinque anni senza il permesso della RBI.

Il fatto è che il 99,9% degli stranieri che visitano Tiruvannamalai non hanno i requisiti per l'acquisto di terreni di qualsiasi tipo. Molti hanno detto che possono acquistare legalmente, in nomi congiunti, con un residente indiano di fiducia, ma questa è una vera sciocchezza come si afferma chiaramente sopra, se lo fate non solo state infrangendo la legge, ma state acquistando terreni per il vostro 'fidato' complice che lo venderà in un secondo momento e si terrà i soldi. Lamentarsi alla polizia, dopo che avete infranto la legge, per riavere i vostri soldi non funzionerà, potete solo dire addio ai vostri risparmi.

Un'altra menzogna è che potreste formare un Società con fiduciari Indiani, in modo da permettervi di acquistare il terreno. Il Trust può acquistare la terra, ma voi non ne sareste mai i proprietari, non potrete lasciarla ai vostri figli e non la potrete mai vendere.

Questo modo di agire aspira ad una via opposta a quella spirituale, ma è tuttavia una realtà influente al giorno d’oggi.

Se prendete sul serio la vostra sadhana e venite solo occasionalmente,  allora siate sensibili, potete affittare una casa ovunque vorrete, vi risparmierete in questo modo angustie, tormenti e stressPer maggior dettagli ed informazioni: arunachala-property.com

Carità frode

Ciò è ancora peggio e sta diventando una forma d'arte in Tiruvannamalai.

La stragrande maggioranza delle cosiddette Fondazioni di Beneficenza, non sono né di beneficenza, né, con uno sforzo d'immaginazione, degne di fiducia; almeno l'80% di tutte le fondazioni in Tiruvannamalai sono truffe vere e proprie. Tutte le donazioni sono semplicemente rubate dagli amministratori che dicono di prendersi cura, ma non fanno nulla, per i poveri, i malati, gli orfani e gli anziani. Altre se ne stanno formando, e presto saranno pronte ad agire.

Ho visto bambini che sono stati gravemente feriti, al fine di imbrogliare le persone per spillargli denaro: ogni giorno in India i bambini vengono affamati, torturati e danneggiati per tali scopi, tutto ciò non è fuori del comune, ne partecipano anche le stesse famiglie.

Io conosco solo un vera organizzazione non-profit a Tiruvannamalai, dove tutto il denaro viene utilizzato correttamente ed è il Rangammal Memorial Trust, che gestisce il miglior ospedale della zona, una scuola residenziale gratuita per 200 bambini sordi e che si prende cura di tutti i bambini disabili nel distretto con un budget molto limitato.

Il miglior consiglio che posso dare è - non credete a tutto ciò che qualcuno vi racconta riguardo un ente di beneficenza locale. Usate i vostri occhi e la vostra intelligenza, non le vostre emozioni. Se vi è possibile, andate nella Casa dei Bambini Rangammal a vedere come i bambini vivono - sono puliti, sani, ben nutriti, ben educati e felici. Questo è il frutto di una vera carità. Andate dagli altri e vedrete bambini sporchi, affamati e nervosi; poi guardate i benefattori, i loro veicoli, i loro vestiti, le loro case, ecc. C'è veramente una povertà reale in Tiruvannamalai, con persone che lottano per nutrire quotidianamente le loro famiglie, la maggior parte di loro lavorano duramente e sono sottopagati, ci sono i senzatetto e i disabili che vivono nella sporcizia ai lati delle strade. Ci sono anche molti falsi senzatetto che sono troppo pigri per trovare lavoro e trascorrono le loro giornate a molestare la gente e a bere alcool.

Poi ci sono gli scrocconi professionisti, intere famiglie di coloro che non hanno mai lavorato, nemmeno un giorno dignitosamente nella loro vita e che passano l’esistenza a lamentarsi per la loro condizione - ma tutti hanno una casa, cibo, moto, auto, televisori e beni e possono permettersi di essere pigri, perché voi, per simpatia malriposta, fornite i soldi per tutti i lussi.

Il vostro sostegno per i pigri e per i criminali è la causa della vera sofferenza nei bambini e negli altri. Se il denaro può essere ottenuto torturando e mutilando i bambini, allora tutto questo non avrà mai fine.

Questa è la cruda verità e Tiruvannamalai non è diverso da qualsiasi altro luogo. Se volete aiutare le persone allora dovreste essere molto attenti a come lo fate, vi consiglio di controllare tutto, non dare soldi a nessuno semplicemente perché lo vogliono o se lo aspettano - la maggior parte della gente non vi rispetterà per questo comportamento, ma rideranno di voi dietro le spalle per essere stati così sciocchi ... Questo è un fatto basato su undici anni trascorsi a Tiruvannamalai!

Se volete aiutare gli affamati e i poveri fornitegli cibo e vestiario, non denaro, osservate la gente del posto ed esaminate come interagiscono gli Indiani verso queste persone bisognose - al massimo daranno due rupie a un mendicante o una banana da mangiare. Gli occidentali non danno meno di dieci rupie o più, fino a decine di migliaia di rupie creando un problema molto grave per tutti gli altri.

Molto stupidamente ho fatto anche io lo stesso per molti anni e, sono stato perseguitato da mendicanti e scrocconi ogni volta che facevo un passo al di fuori dell’asramam. Almeno il 50% dei soldi che ho donato è stato completamente sprecato, anche quando ho cercato di fare qualcosa di costruttivo come pagare per oggetti che dicevano di aver bisogno l’abbigliamento, il riso, le attrezzature, l'aiuto per la dote, per le ricette mediche, ecc. Quello che in realtà volevano erano i soldi per comprare beni di lusso da mostrare ai loro vicini, l'alcool, o una vita facile; vendevano  qualsiasi cosa che avevo loro donato a metà prezzo o prendevano la metà dei soldi dal farmacista dopo il ritorno dei farmaci. L’altro 50% è servito, indubbiamente, per qualcosa di buono e mi considero fortunato che non fu tutto una completa perdita di tempo.

Non vi è realmente uno standard con cui giudicare tutto ciò che vi dicono. La menzogna è una seconda-natura per la maggior parte di coloro che vi avvicineranno ... si tratta di una parte della cultura, e loro si aspettano di essere creduti. Dovete solo stare attenti prima di buttare via i soldi,  a chiedere consiglio ad un locale autonomo o ad un’altro occidentale... non chiedete ad un autista, alcuni di loro fanno parte del gioco, soprattutto per le truffe sanitarie! non voglio certamente impedire a nessuno di aiutare chi ha necessità reali, ma avere l’accortezza, prima, di controllare tutto accuratamente.

Il business del guru

Molte persone - incluso me stesso quando arrivai qui nel 1997 - si aspettano di trovare Tiruvannamalai e gli ashram pieni di persone sante. Questo è ovviamente un errore totale. Ci sono molte persone che pensano di essere sante, ma sante non sono.

Il business del guru è il miglior business 'legale' nel mondo, con enormi somme di denaro che passano di mano in mano e la stragrande maggioranza degli ashram sono imprese - imprese a senso unico, tutto in entrata e niente in uscita, e non enti di beneficenza come ci farebbe capire il termine. Lo status di beneficenza è solo per l’evasione fiscale: nell’aspetto esteriore mostrano di alimentare e sostenere, in numero molto limitato, sadhu e poveri, il cui costo rappresenta solo la più piccola frazione del vasto reddito che hanno. Non fatevi ingannare da questi luoghi. Il modo più semplice per scoprire la verità è di chiedere aiuto per qualcuno bisognoso e vedere quale sarà la risposta.

I veri guru non sono interessati ai soldi e alle proprietà ma i falsi guru useranno ogni tipo di arma per togliervi ciò che loro vogliono. Il senso di colpa è l'arma più usata da questi protettori spirituali o dai loro rappresentanti per costringere le personea tirar fuori” i loro risparmi o le loro proprietà, forzandoli a soddisfare i loro desideri di base - tutto in nome di Dio, naturalmente: ma Dio non ha bisogno di denaro o di beni e non asseconda i desideri.

Bhagavan Sri Ramana Maharshi fu il vero guru, un Brahma-jnani: durante la sua vita, in Tiruvannamalai, non toccò mai il denaro e proibì rigorosamente alle persone di raccoglierlo in suo nome. Egli disse: “il cibo è abbastanza per questo”  (per questo = per il corpo). Quell’ insegnamento come tanti altri è stato completamente ignorato e il suo nome viene utilizzato ogni giorno da persone egoiste e avide di riempirsi, quanto più possono, le tasche del vostro denaro - il tutto in nome di Bhagavan, naturalmente. Essi hanno avuto molto, molto successo, accumulando segretamente decine se non centinaia di milioni di dollari, questo utilizzo improprio nel nome di…non è un fenomeno nuovo, perché stava succedendo anche durante la Sua vita, tuttavia, ora che Lui ha lasciato il corpo, si è intensificato in proporzioni schiaccianti.

Che la purezza dell’esempio di Bhagavan venga distrutta è un crimine dell’ordine più alto. Si tratta di un atto d'accusa terribile a coloro che pretendono di conservare il suo patrimonio e il suo esempio, ma che hanno invece distrutto nel perseguimento della loro avidità e delle ambizioni personali. Si può solo concludere che queste persone sono state maledette da Dio stesso.

Mukti (Liberazione) non è in vendita, dare denaro a persone che non meritano è una completa perdita sia dei vostri soldi sia della vostra fede e più tardi, quando scoprirete l'errore, sarete afflitti da rabbia e disperazione, le quali servono solo ad allontanarvi da Dio. Non fatelo,  trovate Bhagavan nel vostro cuore, perché è lì che vi aspetta.

Molte persone trovano difficile conciliare la purezza, il potere di Bhagavan come Brahma-jnani con le cose spiacevoli che accadevano intorno a Lui e che ancora oggi continuano ad accadere; ma è molto semplice da capire.

Gli jnani non sono poliziotti, non giudicano e non intervengono negli eventi, salvo in rarissimi casi in cui un aspirante sincero ha veramente bisogno. Essi sono semplicemente di esempio che si può seguire o no - Bhagavan afferma: "Ho indicato la via, il resto spetta a voi". Questo è molto, molto chiaro.

Bhagavan non vi impedirà la scelta di ignorare ciò che è giusto e  continuare a commettere cattive azioni, siete voi a fare il lavoro. Se avete fame, gli jnani non mangiano il cibo per voi; se lo facessero sarebbero loro a trarne vantaggio e non voi. Ciò non significa che essi non aiutano in tutti i modi i ricercatori sinceri, perché lo fanno, ma questo aiuto non è necessariamente quello che vi aspettate che sia. Ciò può essere chiaramente compreso dalla giusta angolazione - il complesso ego/mente è la radice di ogni sofferenza e l'ultima cosa che l'ego/mente vuole è quello di essere distrutto; qualsiasi soluzione che giunga da una determinata situazione del tutto naturale comporta la sua sopravvivenza, se non la sua valorizzazione. Un vero jnani non aderirà a ciò: il suo scopo è quello di distruggere l'ego e il suo supporto, non di mantenerlo, quindi la sua risposta, nel caso, si concentrerà sulla Realtà e non sull'illusione.

Mukti non è possibile fintanto che la radice, causa del suo rifiuto, rimane intatta - 'io' e 'mio', 'tu' e 'me', sono gli ostacoli alla liberazione, come Bhagavan e ogni altro grande saggio hanno detto ad infinitum.

Le differenze sono necessarie per il buon funzionamento della creazione e perciò  Bhagavan trattò ogni essere con uguaglianza, facendo di tutto per assicurare che ogni cosa che veniva donata all'asramam fosse condivisa in parti uguali tra tutti i presenti - sia umani che animali. Lui non fece mai favori particolari a nessuno e non collocò nessuno più alto di un altro ... compreso sé stesso. Le differenze sono nella funzione, non nello spirito, tutto è solo il o Dio. Un giorno Bhagavan fece questa osservazione ad un uomo, che mentre era intento nel suo lavoro si fermò per prostrarsi davanti a lui mentre passava,  “Fare correttamente il tuo lavoro è il più grande servizio a Dio”.

Bhagavan fu come una madre per i suoi devoti,  ebbe cura di loro quando erano malati, si assicurò che fossero ben alimentati con cibo pulito e nutriente (quando disponibile), dette coraggio quando servì e rimproverò severamente quando fu necessario. Egli fu il migliore amico che chiunque avrebbe potuto avere, perché tutto ciò che disse o fece per i suoi devoti fu mirato a far cessare la fonte di ogni miseria. Lui non chiese nulla a nessuno, visse semplicemente; proprietario di nulla non ambì ad alcun possedimento, fu disponibile giorno e notte e riversò la sua grazia su tutti quelli che venivano a lui.

Sebbene Bhagavan abbia lasciato il corpo nel 1950, non ha voltato le spalle al suoi devoti sinceri e in molti sentono, ora, molto forte la sua presenza nella vita quotidiana, nelle loro case e ovunque: è questa la grandezza del vero Jnani che non si limita al cadavere - animato o altro. Bhagavan ha detto molte volte "date troppa importanza al corpo" l’allusione qui è al vostro corpo, come pure a quello usato da Lui.

By: www.arunachala-ramana.org/articles/news.htm

Si consiglia la lettura di due libri raccomandati da Bhagavan ai ricercatori sinceri, – “Tripura Rahasya” che è un antico testo sanscrito tradotto da Swami Sri Ramanananda Saraswati e l’altro, “Srimad Bhagavatam” tradotto da S.S. Cohen. Entrambi disponibili – free download – dal sito del Ramanasramam.